MATTEO NANNINI COMPLETA POSITIVAMENTE IN BAHRAIN I TEST PRE-STAGIONALI DEL FIA FORMULA 3 CHAMPIONSHIP

Venerdì 6 marzo 2020

Quasi una settantina i giri che Matteo Nannini ha completato in Bahrain al termine dei tre giorni dei test ufficiali del FIA Formula 3 Championship che si sono svolti domenica, lunedì e martedì di questa settimana. Il 16enne pilota forlivese, quest’anno con il team Jenzer Motorsport al suo debutto nella serie di cui è tra i più giovani in assoluto (appena un mese in più del francese Théo Pourchaire), ha agevolmente portato a termine tutto il lavoro che era stato programmato, provando differenti soluzioni di setup senza puntare a cercare il tempo.

Alla sua prima uscita assoluta sulla vettura della squadra svizzera, Nannini ha dovuto prendere innanzi tutto confidenza col DRS. Per di più su un tracciato per lui del tutto inedito come quello di Sakhir, con una massima di 22° e molto vento. Il primo giorno è dunque servito a prendere confidenza con la macchina, svolgendo nel pomeriggio una simulazione di gara. Qualche problema con il motore e i freni hanno condizionato solo in parte i due rimanenti giorni, anche se il bilancio complessivo è stato del tutto soddisfacente.

Sono stati tre giorni di test molto positivi, perché mi sono trovato subito a mio agio con la vettura, il DRS e le velocità più elevate rispetto alle monoposto che ho guidato la scorsa stagione - ha commentato Nannini - In questo contesto posso dire che il test svolto a Barcellona con la vecchia GP3 è risultato molto utile, perché le due vetture sono abbastanza simili. Il primo turno mi è servito per imparare la pista, che è molto bella, con vari saliscendi e qualche “bump”. Il mio ingegnere è lo stesso che mi aveva seguito in Spagna e mi sono trovato bene anche con lui. Direi che complessivamente è andata ottimamente, se non consideriamo qualche piccolo problema tecnico che può anche starci”.

Adesso il pilota romagnolo rimarrà in Bahrain, impossibilitato a tornare in Italia e poi rientrare in Asia per via delle limitazioni dovute al Coronavirus. Un lungo periodo di permanenza, in attesa del primo dei nove appuntamenti della stagione che si disputerà appunto sul circuito di Sakhir tra poco meno di tre settimane, nel weekend del 21 e 22 marzo.