Weekend “no” per Matteo Nannini a Spielberg nel secondo appuntamento del FIA Formula 3 Championship

Domenica 12 luglio 2020

Il secondo degli otto appuntamenti del FIA Formula 3 Championship, in programma sul circuito austriaco del Red Bull Ring, si era aperto venerdì con un'eccellente qualifica per Matteo Nannini. Il pilota forlivese, nel giorno del suo 17esimo compleanno, era infatti riuscito a staccare proprio nell'ultimo giro utile un ottimo 14° responso, attestandosi a soli sei decimi dalla pole.

Per Nannini, al suo debutto quest'anno nella categoria cadetta con il team Jenzer Motorsport, si era trattato di un risultato di tutto rilievo che lo aveva collocato nella prima parte dello schieramento su un totale di 30 vetture al via. Il giovane romagnolo ha così proseguito positivamente il lavoro iniziato sullo stesso tracciato della Stiria una settimana prima, quando si era presentato centrando in prova il 18° tempo ed ottenendo proprio un miglior 18° piazzamento in Gara 2.

Eppure per lui questo weekend si è successivamente rilevato deludente. Sabato, nella prima gara che si è disputata in condizioni di bagnato, dopo avere correttamente optato per le gomme rain ed essere stato autore di una buona partenza, è stato definitivamente rallentato dalla safety car che è intervenuta quasi subito, con la bandiera rossa che poi ha decretato l'ordine d'arrivo con dopo solo 11 tornate, quando Nannini era 23°, posizione in cui è scivolato anche a causa di un problema di natura elettrica.

Problema che è poi evidenziato anche in Gara 2. “Al termine del giro di ricognizione sono dovuto entrare ai box per sostituire il volante che si era spento. Ho fatto altri due giri, ma il problema non è stato risolto e mi sono dovuto ritirare - ha commentato Nannini - Un peccato perché le cose venerdì si erano veramente messe bene”.

Ancora poco meno di una settimana e si ritornerà in pista, questa volta sul circuito magiaro dell'Hungaroring, il 18 e 19 luglio, per il terzo appuntamento del calendario.